Incontri ad alta quota p.2


È difficile non notarla quella ragazza, alta, biondina come me, il viso aperto e cordiale e due occhi scuri perennemente in movimento, due occhi che nascondono chissà cosa, ma sicuramente una tristezza ben mascherata…. occhi adatti a perdersi per sempre….Serve ai tavoli del rifugio scherza e ride con tutti gli avventori, parla con competenza agli alpinisti e con tanto entusiasmo, segno che comunque l’esperienza la ha anche lei, e una risata schietta, maledettamente piacevole da ascoltare….. io credo di essermi innamorata proprio di quella risata, di quel suo modo particolare di piegare la testa prima di aprire il sorriso e ridere…..
“Ciao, cosa vi posso portare?”
“Quello che hai va sicuramente bene se lo porti tu”
Che frase da approccio scontata, trita e ritrita ma mi guadagno un’altra sua risata, e una serie di occhiate ammiccanti e divertite dei miei amici, sopratutto di Paolo e Matteo.

“Io sono Claudia, e se davvero vi fidate vi porto da mangiare”

Dea, cosa ho fatto! I miei amici mi fulminano con lo sguardo, ma ormai il danno é fatto…
“Ok, ci fidiamo, Verooo che ci fidiamo!”, un corettino di sconsolati SI accoglie la proposta e appena Claudia se ne va in cucina vengo assalita da un coro di
“É vero che é carina ma devi proprio provarci con tutte tu!”
“E se adesso ci fa spendere un capitale solo perché non sai stare zitta?”.
“Se le palpavi il sedere facevi meno brutta figura”, uffa a me sembrava una buona idea…

Claudia si ripresenta dopo un paio di minuti con un bellissimo tagliere di saluni e formaggi misti
“Questo é un antipasto, scusate se non é molto ma é quello che é avanzato, questo lo offre la casa perché altrimenti dovevamo buttare tutto!”
WOW, che gradita sorpresa, sorrido a Claudia e appena lei si gira il mio sorriso si trasforma in un ghigno diretto ai miei compari, che soddisfazione!

La cena si trasforma in un simpatico banchetto, Claudia ci porta un sacco di cose ottime, tutti gli “avanzi”della cucina, e rimane spesso a chiaccherare con noi dato che ormai nella sala sono rimasti solo gli alpinisti e sono solo altri tre gruppi, tutti francesi, evidentemente le siamo simpatici, tra una portata e l’altra scopro che Claudia é italiana, lavora per la stagione al rifugio, ha una buona esperienza alpinistica, parla malissimo il francese e conosce un sacco di persone che conosco anche io.

Parte 1 qui

Annunci

9 pensieri riguardo “Incontri ad alta quota p.2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...